Pulire il restic

Come ho già avuto modo di scrivere, detesto il restic, o plasti-resina, o come volete chiamare il materiale che da qualche anno varie ditte (Privateer Press, Mantic Games…) hanno adottato come alternativa alla plastica. E’ un materiale più elastico della plastica e decisamente più difficile da lavorare. I modelli in restic sono spesso pieni di linee di fusione, e le caratteristiche del materiale non permettono di avere un risultato soddisfacente semplicemente carteggiandolo. Una parziale soluzione è quella di grattare le linee di fusione con una lama, ma è un lavoro lungo e comunque non completamente soddisfacente.

Poi ho letto questo breve tutorial sul forum Mantic.

Molto banalmente, dopo aver carteggiato e grattato come al solito le linee di fusione, l’autore suggerisce di spazzolare la miniatura con uno spazzolino di ottone. Lo comprate per pochi euro nei negozi di fai da te (in un set che ne contiene anche uno in acciaio e uno in nilon), tipo Leroy Merlin.

Spazzolino, limette e bisturi

Ho fatto prima una prova su una miniatura “sacrificabile” e sono rimasto stupito dal risultato: il sistema funziona davvero bene!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...