Table Air Combat

Table Air Combat (T.A.C.) è un gioco di combattimento fra aerei ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale.

Table Air Combat
Continua a leggere

Annunci

A&A: P-51C Mustang repaint (parte 2)

Dopo un piccolo incidente di percorso con il primer (il temutissimo frosted effect), a cui ho rimediato quasi senza conseguenze, ho completato il repaint di cui avevo iniziato a scrivere in questo post.

Al solito, la qualità delle foto è quella che è. Toccherà accontentarsi… :P

A&A: P-51C Mustang repaint

Ho da poco scoperto questo sito/forum, dedicato ai giochi di miniature della serie Axis & Allies, sito che offre tra l’altro una buona quantità di ottimo materiale giocabile autoprodotto, fra cui le schede di vari piloti per il recente Air Force Miniatures (le trovate qui).
Fra queste ho adocchiato quella del P-51C di Lee Archer che era un buono spunto per metter mano a colori e pennelli dato che si tratta di un repaint semplice e avevo due copie dell’aereo necessario (il P-51C Escort).

Il P-51C di Lee Archer

Così nel weekend mi sono messo all’opera, ma devo fare innanzitutto una premessa: per semplicità mia ho deciso di rinunciare un minimo all’accuratezza storica a favore di una maggior semplicità di lavorazione. Il P-51C Escort predipinto di fabbrica ha due bande nere sulle ali, vicino alla fusoliera, il P-51C di Lee Archer aveva due bande gialle sulle ali, ma posizionate un po’ più distanti dalla fusoliera. Io ho deciso di infischiarmene e dipingere le bande gialle sopra quelle nere. Questo perché non avevo intenzione di ridipingere l’intero modello (dato che la maggior parte della colorazione andava già bene) e sono quasi certo che non sarei riuscito a ricreare la stessa identica tonalità d’argento per coprire le bande nere per poi dipingere quelle gialle in posizione corretta. I puristi rabbrividiranno, ma a me interessava principalmente avere un modello da gioco.
Tornando al repaint vero e proprio: ho dapprima carteggiato leggermente l’aereo nelle zone che avrei ridipinto, tranne le bande nere sulle ali perché temevo di rovinare la vernice intorno, ho quindi rivestito di scotch di carta l’aereo, lasciando scoperte solo le parti da ridipingere, e ho dato una passata di primer bianco su tutto quanto. Con l’aereo ancora rivestito di scotch ho dato una prima mano di colore, molto velocemente (a parte il giallo, che ha richiesto più mani già a questo stadio), ho quindi “scartato” il modello e dato una seconda mano alle varie parti, usando questa volta il colore un po’ più diluito.

Ho già applicato un leggero washing nero, ma voglio scurirlo un po’ prima di passare al drybrushing. Non manca molto: a breve un update col modello finito.